“To shoot an elephant” su Gaza, proiezione globale il 18 gennaio

“To shoot an elephant”, il film documentario di Alberto Arce e Mohammad Rujeilah -premiato lo scorso novembre al Festival dei Popoli di Firenze– sta organizzando un “global screening day” in tutto il mondo in occasione dell’anniversario dei bombardamenti israeliani a Gaza.

Le immagini del film sono una delle poche testimonianze visive di quanto successo a Gaza nel dicembre 2008 e gennaio 2009, quando Israele lanciò l’offensiva sulla Striscia nel silenzio quasi completo dei media. A quel tempo, soltanto il corrispondente di Al Jazeera trasmetteva, via TV e social network, immagini completamente ignote al resto del mondo, ignaro, indifferente o semplicemente “impedito” da Israele a mandare giornalisti sul posto per documentare quando accadeva. Alberto Arce, spagnolo, era lì a Gaza e le immagini di “To shoot an elephant” sono la sua testimonianza.

Arce, consapevole del problema “distributivo” di cui le immagini su Gaza hanno sofferto e soffrono ancora, ha deciso di rilasciare il suo film sotto licenza Creative Commons “attribuzione condividi allo stesso modo” CC BY SA per permettere a chi interessato, nel mondo intero, di scaricare legalmente il film, copiarlo, proiettarlo in pubblico, distribuirlo, tradurlo, alla sola condizione di citarne la fonte originaria e rilasciare il prodotto finale sotto lo stesso tipo di licenza.
Così facendo, Arce e Rujailah stanno diffondendo il loro film in tutto il mondo, e la comunità che gli si è creata attorno sta organizzando per il prossimo 18 gennaio una proiezione globale, in contemporanea in diverse città, con lo scopo di commemorare Gaza e invitare il mondo a non dimenticare -abbiamo visto tristemente, in occasione della Gaza Freedom March e del suo misero fallimento a causa dell'”ostilità” egiziana, quanto il problema Gaza sia ancora attuale e di difficile risoluzione-.
Questo vuole essere anche un appello per la comunità palestinese in Italia, e per tutti gli italiani, organizzazioni, associazioni, individui a cui sta a cuore la situazione di Gaza e della Palestina, ad organizzare proiezioni di “To shoot an elephant” per il prossimo 18 gennaio, e farle diventare occasioni di dibattito pubblico su quanto avvenuto e tuttora avviene a Gaza.
I film vanno visti anche fuori dai festival e le immagini -soprattutto immagini come queste- devono circolare. E perciò sono doppiamente grata ad Alberto e Mohammad non solo per aver girato questo film, ma anche per averlo fatto circolare sulla rete, liberamente, legalmente, a dispetto dell'”esclusiva” che ancora molti festival chiedono -anche quelli piccoli e piccolissimi- non rendendosi conto che il cinema va ben oltre il suo schermo.
Per chiunque voglia organizzare una proiezione di “To shoot an elephant” qui ci sono tutte le informazioni: http://community.toshootanelephant.com/global-screening

Il film è scaricabile legalmente: http://thepiratebay.org/torrent/5249337/To_shoot_an_elephant


Advertisements

8 thoughts on ““To shoot an elephant” su Gaza, proiezione globale il 18 gennaio

  1. Pingback: To shoot an elephant live on Second Life today! « mediaoriente

  2. buonasera. ho scaricato il film e insieme ai miei compagni volevamo organizzare una proiezione. Solo una domanda: come posso fare per averne una copia con i sottotitoli in italiano, se esiste?
    grazie di tutto. Paola

  3. insieme a un gruppo di amici vorremmo organizzare una proiezione-conferenza su gaza un anno dopo piombo fuso: sarebbe possibile reperire una copia con i sottotitoli in italiano? grazie-

    • ciao per tutti voi che state chiedendo delle versioni sottotitolate in italiano, dovreste rivolgervi ai producer del film e loro vi sapranno dire

  4. Salve, anche io vorrei avere informazioni sui sottotitoli; in particolare è possibile averli in formato .srt , in modo tale da inserirli nel video per poterlo diffondere tramite rete p2p presso il pubblico italiano. Io lo farei volentieri
    Grazie!

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s