Un Hussein alla Casa Bianca. Cosa pensa il mondo arabo di Barack Obama

E’ titolo del libro, curato da me insieme ad Augusto Valeriani, che sarà nelle librerie italiane entro fine mese. Con i contributi di colleghi, collaboratori e amici di sempre quali Enrico De Angelis, Adil Radoini, Jihad N. Fakhreddine, Lawrence Pintak, Amer Al Sabaileh, abbiamo provato a raccontare come il mondo arabo vede Obama e il futuro dei rapporti USA-Medio Oriente.  Abbiamo provato a raccontare non solo lo sguardo di Al Jazeera e dei grandi giornali panarabi – Al Sharq Al Awsat, Al Hayat, Al Quds Al Arabi– sul neoeletto presidente americano; ma anche cosa ne pensano i blogger, i giovani universitari arabi, gli arabo-americani. Viene fuori un ritratto a luci e ombre rispetto a cosa il mondo arabo si aspetta -e non si aspetta- da Barack Obama. Il libro è rilasciato sotto licenza Creative Commons, grazie alla grande disponibilità e lungimiranza della casa editrice Odoya, che lo pubblica. Khaled Fouad Allam ci ha gentilmente fatto l’onore di accompagnare le sue parole -e la sua esperienza personale- alla nostra pubblicazione. Spero che sia utile per capire meglio la situazione attuale e sono grata, insieme a tutti gli altri autori, a chi vorrà acquistare il libro. La licenza Creative Commons non significa che gli autori e lo stesso editore non abbiamo bisogno di essere sostenuti economicamente, anzi! Per chi si trova a Bologna, dovrebbe esserci una presentazione del libro il 26 gennaio, comunque terrò aggiornato il blog per i dettagli.

obama-bassa

Advertisements